Sabato 11 luglio l’Ecomuseo delle Miniere e della Val Germanasca ritrova il suo pubblico dopo la lunga chiusura per l’emergenza sanitaria e lo fa con un weekend speciale all’insegna dell’accoglienza e della sicurezza.
La ripresa delle visite rappresenta anche la volontà di proseguire il lavoro di collaborazione con la comunità locale e con tutti i soggetti, pubblici e privati, del territorio. – racconta Barbara Pons Coordinatore Tecnico-Scientifico. – Proprio per questo si è scelto di partire con un fine settimana che prevede, oltre alla visite a ScopriMiniera e ScopriAlpi, anche l’inaugurazione della nuova gestione del “Il Ristoro del Minatore”, con un menù a prezzo convenzionato. Inoltre nella giornata di domenica, in supplemento alla visita, ci sarà anche la possibilità di degustare gli spumanti della Cantina L’Autin che effettuano il processo di affinamento all’interno delle gallerie Paola e Gianna”.
Tutto è pronto per la ripresa e così come afferma il Direttore Luca Genre: “questo è un primo passo verso il ritorno alla normalità: i percorsi e gli orari di partenza continuano ad essere quelli consueti, con una limitazione sul numero degli accessi e l’adeguamento alle linee guida per la riapertura dei musei. In questa fase accoglieremo il pubblico con modalità che assicurino tanto la miglior fruizione possibile quanto la sicurezza delle persone, quelle in visita come il personale che qui lavora”.

Per effettuare la visita la prenotazione è sempre obbligatoria e può essere effettuata sia telefonicamente (allo 0121.806987) sia mediante compilazione del form sul sito www.ecomuseominiere.it.
Sulle pagine del sito web disponibili tutte le informazioni inerenti l’intera offerta culturale dell’ecomuseo, che nei prossimi giorni si arricchirà di nuove proposte per garantire occasioni di svago e conoscenza a quanti vorranno trascorrere le loro vacanze nelle valli.