“Servono tempo e volontà per combattere lo stigma e per rendere una comunità davvero amica della Demenza. La Federazione Alzheimer desidera replicare il progetto in più città italiane possibili, mettendo al primo posto qualità di vita e dignità della persona”. Queste le parole di Gabriella Salvini Porro, Presidente della Federazione Alzheimer Italia; una dichiarazione che per la Città di Pinerolo è anche un augurio da rivolgere a tutti coloro che hanno accolto a braccia aperte il progetto “Pinerolo verso una comunità amica della demenza”. Il percorso ha preso concretamente il via a febbraio 2019, con una serie di momenti di formazione realizzati in collaborazione con il Rifugio Re Carlo Alberto di Luserna rivolti a enti, negozi, farmacie, studi medici, uffici pubblici, banche e locali di Pinerolo e svolti anche con il supporto di operatori e ospiti della Casa dell’Anziano. Grazie al lavoro di formazione che sta coinvolgendo numerosi soggetti pinerolesi, la Federazione Alzheimer Italia ha riconosciuto alla Città di Pinerolo il “diritto” di usare il marchio “Working to become Dementia Friendly / Verso una comunità amichevole della demenza”. Ecco i soggetti che hanno aderito con grande entusiasmo al progetto, dando disponibilità a partecipare alla formazione: Pensionate Pinerolo CGIL/CISL/AUSER/ANTEAS, panetteria Ghiano di Corso Torino, Caffè Savoia, l’Edicola di Piazza Barbieri, tabaccheria di Via Savoia, bar “La Cremeria” in Piazza Cavour, Merce Moda in Piazza Vittorio Veneto, Gruppo Chiale, Punto Vendita Carrefour di Via Saluzzo, Studio dentistico Zanini/Bunino, Studio Dentistico Perrone, La Palla Giocattoli, Libreria Volare, Galleria Losano, Farmacia Marino, Farmacia Musto, Bar Castino, Ristorante Piazza Duomo, Storello Sanitari, Banca Intesa San Paolo, Ramon de Rivaz, Ufficio Relazioni Pubbliche del Comune di Pinerolo, Vigili Urbani, Biblioteca Civica. Alcune delle realtà citate hanno già partecipato alla formazione. L’obiettivo è coinvolgere sempre più soggetti nel percorso.

Il progetto “Verso una comunità amichevole della demenza”
Aumentare la conoscenza della malattia come strumento per ridurre l’emarginazione e il pregiudizio sociale nei confronti delle persone con demenza e dei loro familiari, in modo da permettere loro di partecipare alla vita attiva della comunità e migliorare la loro qualità di vita. È questo l’obiettivo del progetto “Comunità Amica delle Persone con Demenza”, che mette in rete cittadini, istituzioni, associazioni e categorie professionali di una città al fine di rendere i suoi spazi, le sue iniziative e le sue relazioni più fruibili da tutti, senza esclusione delle persone con demenza e dei loro familiari.
Il progetto è partito nel nostro Paese nel luglio del 2016 per iniziativa della Federazione Alzheimer Italia. Ad oggi sono 24 le comunità amiche delle persone con demenza e Pinerolo desidera divenire una di queste. In Italia si stima che la demenza colpisca 1.241.000 persone (che diventeranno 1.609.000 nel 2030 e 2.272.000 nel 2050). I costi ammontano a 37.6 miliardi di euro. Numeri importanti e che non possono essere ignorati. Come ribadisce l’Assessora alle politiche sociali e sanitarie del Comune di Pinerolo Lara Pezzano: “Si tratta di una problematica che coinvolge molte famiglie, che hanno al loro interno persone con demenza: non solo anziani ma anche individui che non hanno ancora raggiunto la mezza età. Il progetto desidera essere di supporto a coloro che vivono questa condizione affinché possano avere una vita attiva, con l’aiuto di tutta la comunità. Per questo il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno compreso l’obiettivo del progetto e partecipato attivamente alla formazione. Pinerolo si è mostrata anche in questo caso consapevole del fatto che tutti i cittadini hanno il diritto di vivere con pienezza la loro vita”.

I numeri della Demenza in Italia e nel mondo
Nel mondo si stima che siano 46,8 milioni le persone affette da una forma di demenza, cifra destinata quasi a raddoppiare ogni 20 anni. I nuovi casi di demenza sono ogni anno oltre 9,9 milioni, cioè un nuovo caso ogni 3,2 secondi.
In Italia si stima che la demenza colpisca 1.241.000 persone (che diventeranno 1.609.000 nel 2030 e 2.272.000 nel 2050). I costi ammontano a 37.6 miliardi di euro.
(fonte: Rapporto Mondiale Alzheimer 2015, Alzheimer’s Deasease International)

Definizione di Alzheimer e di Demenza

Demenza è un termine usato per descrivere diverse malattie che comportano l’alterazione progressiva di alcune funzioni (memoria, pensiero, ragionamento, linguaggio, orientamento, personalità e comportamento) di severità tale da interferire con gli atti quotidiani della vita. La demenza non ha confini sociali, economici, etnici o geografici.
La malattia di Alzheimer è la più comune causa di demenza (rappresenta il 60% di tutti i casi). È un processo degenerativo che colpisce progressivamente le cellule cerebrali, provocando quell’insieme di sintomi che va sotto il nome di “demenza”, cioè il declino progressivo e globale delle funzioni cognitive e il deterioramento della personalità e della vita di relazione.

Informazioni:
Ufficio Casa/Politiche Sociali
servizi.sociali@comune.pinerolo.to.it
Tel. 0121 361232 – 228 – 229