È stata presentata dal Comune di Pinerolo, la richiesta di inserimento nel Progetto di Rete Ciclabile di Interesse Regionale delle Ciclovie che coinvolgono i territori da Orbassano a Saluzzo e da Airasca a Sestriere, per un insieme di 35 Comuni.

Un progetto fortemente voluto che porterà a risultati importanti per tutto il territorio in un’ottica di valorizzazione degli investimenti fatti dai singoli comuni per le piste ciclabili. L’iniziativa si pone come obiettivo quello di promuovere il sempre più diffuso cicloturismo e la mobilità sostenibile.

I percorsi delle Ciclovie attraverseranno i Comuni di:
– Orbassano, Piossasco, Cumiana, Frossasco, Roletto, Pinerolo, San Secondo di Pinerolo, Bricherasio, Campiglione Fenile, Bibiana, Bagnolo Piemonte, Barge, Envie, Revello e Saluzzo, con diramazioni a Luserna S. Giovanni, Torre Pellice, Cavour e Staffarda;
– Airasca, Piscina, Scalenghe, Pinerolo, Porte, San Germano Chisone, Villar Perosa, Pinasca, Perosa Argentina, Roure, Fenestrelle, Usseaux, Pragelato, Sauze d’Oulx, Oulx e Sestriere.
Le Ciclovie sono state realizzate seguendo i preesistenti tracciati delle ex ferrovie e le strade a bassa percorrenza in modo da incentivare l’utilizzo di una mobilità sostenibile. Con l’unione di questi percorsi sarà possibile usufruire di un collegamento con una vasta area in cui praticare ciclismo per sportivi, professionisti e famiglie. Importante sarà anche il coinvolgimento dei soggetti privati, gli enti e le associazioni locali che potranno promuovere il progetto al fine di incrementare le attività turistiche ricettive.
L’obiettivo è quello di inserire queste due piste nel progetto della Regione per aumentare l’offerta turistico sportiva e culturale. Grazie a questo sistema di intermobilità si potrà inoltre coinvolgere un pubblico ampio, proveniente da numerose realtà a beneficio anche dello sviluppo sociale ed economico a livello locale.

Tanti sono anche i luoghi di grande interesse culturale e ambientale toccati da questi percorsi, dal Forte di Fenestrelle all’Abbazia di Staffarda, dai caratteristici paesi di montagna ai vasti panorami collinari.
Ad aprile seguirà un incontro con l’Assessore Regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, con il quale ci si potrà confrontare in merito alla questione dell’inserimento delle Ciclovie nel progetto regionale.