Il nostro obiettivo è soddisfare per quanto possibile  le esigenze di una popolazione in cui aumenta costantemente il numero di malati cronici e dunque l’esigenza di servizi vicini e facilmente accessibili – ha commentato il Direttore Generale – Dr. Flavio Boraso – La riorganizzazione territoriale fortemente integrata con l’Ospedale, dunque, intende creare una struttura solida, cioè un polo di riferimento all’interno di un’unica rete di servizi.  In questo anno, l’ASLTO3 ha investito affinchè l’Ospedale di Venaria, nelle more della costruenda nuova sede di Via Don Sapino, potesse pienamente rispondere alle esigenze sanitarie di un importante territorio, creando confort alberghiero e risposte mediche specifiche anche grazie alla professionalità, alla competenza e alla passione del personale del presidio di Venaria. Fino a poco tempo fa, infatti, i percorsi diagnostico terapeutici dei pazienti, come quelli che seguiamo nei nostri ambulatori, si svolgevano in strutture di riferimento e spazi logistici differenti. Oggi, grazie alla collaborazione tra professionisti, alla condivisone di strumentazioni e all’allestimento di questa nuova area, i nostri pazienti possono essere visitati e curati in un ambiente molto più funzionale ed efficiente che permette, senz’altro, un’ottimizzazione delle nostre prestazioni, anche con il contributo di più specialisti”. Venaria, 26 settembre 2016]]>