Il 1° febbraio riapre al pubblico, dopo la pausa invernale il Museo valdese di Torre Pellice, con una doppia possibilità di visita.
Completamente rinnovato nel suo allestimento della sezione storica, il museo quest’anno offrirà fin dalla sua riapertura la possibilità, con un piccolo supplemento, di poter usufruire di un biglietto valido per due ingressi nell’arco dell’anno. “Ci siamo accorti – dice il direttore Davide Rosso – che molti visitatori non riuscivano nel tempo di apertura a visitare l’intera offerta espositiva (sezione storica, sezione etnografica, mostre al primo piano e nello spazio di “Una finestra su…); per questo abbiamo pensato di dare una possibilità in più. Con una piccola integrazione sul biglietto, infatti – che passerebbe così, per quello intero da 6 a 8 euro, e per i due ridotti da 4 a 5 e da 3 a 4 – sarà possibile approfittare di un doppio ingresso nell’arco di un anno; questo permetterà, a chi può tornare, di godere con più calma dell’intera offerta espositiva”.
Ricordiamo che, oltre alle esposizioni permanenti sugli otto secoli di storia valdese e la parte etnografica (ricostruzione degli ambienti di fine Ottocento e il percorso “Il ciclo di vita”), attualmente è possibile visitare la mostra nel corridoio della biblioteca “Sola Scriptura. La presenza della Bibbia nelle chiese valdesi fra Ottocento e Novecento”.

Orari: dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 18.
Il museo offre una visita guidata compresa nel prezzo di ingresso domenica 16 febbraio alle ore 16,30 e (in quanto ultima domenica del mese) il 23 febbraio, alla stessa ora.
Le visite guidate per i gruppi vanno prenotate, al n. 0121 950203; il.barba@fondazionevaldese.org