Mostra internazionale di artisti contemporanei presso la CHIESA DI SANT’AGOSTINO Inaugurazione sabato 12 MAGGIO ore 17 aperta fino a domenica 9 SETTEMBRE 2018 Orari visita : domenica 10,30 > 12 /15,30 > 18,30 altri giorni su appuntamento Aperture straordinarie in occasione degli eventi pinerolesi sul territorio. A cura di Elena Privitera, Luca Storero, Cinzia Pastore Prendi una città con un centro storico fatto di strade calpestate da millenni di scarpe, fatto di case vissute da millenni di uomini e donne, fatto di chiese frequentate da millenni di speranze. Poi prendi un gruppo di artisti, che oggi calpestano le stesse strade, vivono le stesse case, frequentano le stesse chiese. Mettili insieme al lavoro, per un certo tempo, in una vecchia chiesa piena di opere d’arte fatte secoli prima da altri artisti. Mescola tutto, aggiungendo un pizzico di quell’ironia e quel gusto che solo l’En Plein Air sa creare. Ne verrà fuori un’Oasi: un’oasi di bellezza, un’oasi di sorrisi in una sera d’estate, un’oasi di musica e magia. Come non fare una sosta per abbeverarsi a quest’Oasi nella bella estate pinerolese? Martino Laurenti Assessore alle Politiche Culturali e di Cittadinanza Attiva La mostra #OASI, allestita dall’associazione presso la chiesa di Sant’Agostino di Pinerolo, è la seconda tappa di un percorso iniziato nel 2017 con la mostra #SPES. Nel medesimo luogo, ricco di storia e patrimonio della città, siamo lieti di riproporre un secondo evento ancora più ricco, convinti che l’arte contemporanea non possa esimersi, mai, dal suscitare emozioni e sollecitare riflessioni. In questo caso, proponendo interpretazioni delle tante OASI personali: luoghi fisici o mentali, svelati o segreti, ove l’anima concilia l’oggi, con il passato. Simbolo di valori in costruzione in una città semi distrutta, di uomini e di donne che ne fecero baluardo di speranza e nicchia urbana di accoglienza e ospitalità, è ancora una volta dalla Chiesa di Sant’Agostino che prende il via l’ultimo progetto artistico a tappe di En Plein Air che, per l’occasione, riparte dalla storia che ha coinvolto Pinerolo e visto protagonisti i suoi abitanti. Primo tra tutti, per il ruolo che ebbe negli anni duri post bellici, don Giuseppe Ricca – colui che con discrezione e tanta forza d’animo ha donato dignità ad un quartiere –. La sua, un’esperienza vissuta in prima linea, ricordata tra le pagine di “Pinerolo momenti di guerra e di speranza” come esempio di coraggioso contributo sociale nella prefazione di Vittorio Morero: “Siamo grati di questa sua fatica di ricognizione storica attorno al quartiere e alla chiesa di Sant’Agostino e a partire da questo spazio urbano fino ad abbracciare la vita di tutta la città”. Secentesca d’origine, ma contemporanea per simbologia incarnata, è la chiesa costruita alla Vergine a stimolare il parallelismo che dà forma al progetto. Testimone di un quartiere insediato, oasi tra le macerie di un dopoguerra pulsante, oggi la chiesa sconsacrata diventa, infatti, sede di opere raffiguranti ciò che soggettivamente gli artisti ospiti immaginano come “Oasi” individuale: luoghi di pace, ora delineati da confini fisici, ora persi in paradisi mentali. Antri segreti oltre le quotidiane inquietudini, lontani dalle ansie del vivere. Così, tra navata e cappelle, attorno a un altare e lungo le pareti, istallazioni, fotografie, sculture, disegni, oli, acquerelli e tecniche miste, raccontano su diversi supporti una dimensione di pace interiore: quella in cui gli interpreti protagonisti conquistano attimi di distrazione, bilanciando l’esistenza e rintracciando il proprio sé migliore tra atmosfere rarefatte, diversità di resa e visioni, in un affascinante scenario di fratellanza artistica. Chiesa di Sant’Agostino – sabato 12 maggio> domenica 9 settembre: ARTISTI : Addabbo/Rosato, Laura Ambrosi, Camilla Ancilotto, Elena Arzuffi,Vasco Are,Francesco Arena,Lidia Bachis, Gabriela Bodin, Andrea Bouquet, Veronica Bronzetti, Sergio Bruno, Luca Capello, Daniela Carati,Marco Casolino,Elisa Cella, Carla Crosio, Marco Da Rold, Gerardo Di Fonzo,Catia Di Mieri, Domenico Doglio, Roberta Fanti, Salvatore Giò Gagliano, Laura Govoni, Sara Grazio,Tere Grindatto, Bahar Heidarzade, Marco Lavagetto, Erika Lecchi, Maria Korporal,Nadia Magnabosco, Pietro Mancini, Masotti Pierantonio ,Paola Mongelli,Moho Drissi, Aghim Muka, Andrea Nisbet, Maren Ollmann, Simona Palmieri,Serghej Potapenko, Francesco Sambo, Anna Maria Scocozza, Valter Luca Signorile, Luca Storero, Rédha Sbaihi, Solidea Ruggiero, Vania Elettra Tam, Marcello Toma, Giorgio Toniolo, Giovanna Torresin, Marta Valls, Erika Vitale, Gabriele Zago Per tutto il periodo estivo di permanenza presso la Chiesa di Sant’Agostino abbiamo organizzato un ampio programma nell’obiettivo di promuovere e diffondere l’arte contemporanea dedicato ai bambini e alle famiglie, che include : visite guidate, incontri con gli artisti, concerti di musica classica e jazz, letture, proiezioni e in particolare partecipiamo con eventi suggestivi a tema alla NOTTEDELLEMUSE, seguiranno altri comunicati stampa.]]>