Si sono concluse con successo le matinée dedicate alle scuole, presentate dalla Fondazione Cosso nell’ambito del Progetto Ulisse, giovedì 12 e venerdì 13 gennaio. Grazie alla collaborazione con il progetto Avant-dernière pensée quasi 200 studenti  dei Licei di Pinerolo, che hanno aderito all’edizione.0 del Progetto, hanno preso parte nelle sale del Castello di Miradolo al Concerto “Ulisse”, una rilettura inedita del “Ritorno di Ulisse in patria” da Claudio Monteverdi. Le matinée sono state precedute da due incontri introduttivi nelle scuole, nella stessa settimana. Grande partecipazione ed emozione hanno caratterizzato questi momenti, occasioni importanti di confronto cui la Fondazione Cosso ha dato vita per avvicinare i ragazzi alla musica e alla cultura e soprattutto per dialogare con loro, ascoltarne le riflessioni, scoprirne i viaggi, durante e oltre il Concerto. Significativi alcuni dei messaggi lasciati dai ragazzi, al termine dei lavori: “Magnifico. Non ho finito mai di rimanere sorpreso”. “Da brividi. Emozionante”. “(…) Grazie mille, di tutto. Grazie ai musicisti, perché la musica è magia. Grazie ai tecnici e ai sognatori, che hanno reso tutto possibile (…). Grazie al ballerino per essere stato Ulisse, fantastico, ottimo. Ho amato il violoncello, perché è quello che mi ha scossa maggiormente. Bellissime le voci, ma soprattutto la passione. Pieno, zeppo, bellissimo. Ho pianto tre volte. Non so chi altro ringraziare, ma sono emozionatissima. Grazie”. “Grazie ai ragazzi… perchè leggendo questi messaggi mi commuovo; è un grande stimolo a proseguire con il Progetto Ulisse” ha aggiunto Paola Eynard, Vicepresidente della Fondazione Cosso. Il prossimo appuntamento con il Progetto Ulisse, al Castello di Miradolo, sarà sabato 18 febbraio quando, a  partire dalle 15.00, avrà luogo la performance collettiva realizzata da più di 150 ragazzi dei Licei G. F. Porporato e M. Curie di Pinerolo che insieme ai loro insegnanti, e con la guida di Roberto Galimberti e del progetto Avant-dernière pensée, hanno lavorato per oltre quattro mesi con l’obiettivo di raccontare il loro personale Ulisse. Il pubblico potrà così assistere al grande lavoro di approfondimento sul tema di Ulisse, condotto nelle scuole dallo scorso ottobre, trovando molteplici letture di questa figura, che non è solo personaggio ma “discorso” sull’uomo.]]>