Nell’ambito della Rassegna organistica Organorum Concentus 2018, in occasione del 150° anniversario della scomparsa di Gioacchino Rossini, sabato 2 giugno 2018 alle ore 21 nella Chiesa di San Giovanni Battista a Luserna – MANUEL TOMADIN interpreterà all’organo Giacomo Filippo Landesio 1750 (I/9) Programma: Jan Pieterszoon SWEELINCK (1562 – 1621): Fantasia in la. Matthias WECKMANN (1616 – 1674): Toccata vel praeludium primi toni in re minore. Canzon in Do maggiore. Delphin STRUNCK (1601 – 1694): Verbum caro factum est. Gregorio STROZZI (1615 – 1687): Elevazione in Sol. Agostino TINAZZOLI (1660 – 1723): Partite sopra il Passagallo. Domenico SCARLATTI (1685 – 1757): Sonata in la minore K 61. Bernardo STORACE (1637 – 1707): Ciaccona in Do Maggiore. Domenico ZIPOLI (1688 – 1726): Sonata per tastiera trascritta dall’ op. 5 n. 7 di Arcangelo Corelli (Vivace – Allegro – Sarabanda – Giga). Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1791): Sonata in Fa KV 244. Gioacchino ROSSINI (1792 – 1868): Marcia Tedesca. Manuel Tomadin Manuel Tomadin è probabilmente l’organista italiano più decorato in competizioni di esecuzione/interpretazione della sua generazione. Diplomato in Pianoforte (massimo dei voti), Organo e composizione organistica, Clavicembalo (Cum Laude); laureato in Clavicembalo (110 e lode). Già docente di Organo, composizione organistica e clavicembalo ai conservatori di Lucca, Piacenza, Monopoli, Ceglie Messapica e Venezia, ora insegna organo all’ Istituto Pareggiato Monteverdi di Cremona. Si dedica costantemente all’approfondimento delle problematiche inerenti la prassi esecutiva della musica rinascimentale e barocca anche attraverso lo studio dei trattati e degli strumenti dell’epoca. Dal 2001 al 2003 ha studiato presso la Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera) nella classe di Jean Claude Zehnder. Di grande importanza per la sua formazione sono state le lezioni con i maestri Ferruccio Bartoletti e Andrea Marcon. Svolge intensissima attività concertistica, sia solistica, in assiemi o come accompagnatore in Italia e in Europa. Ha inciso vari dischi per le etichette (Brilliant, Bongiovanni, Tactus, Fugatto, Bottega Discantica, Toondrama, Centaur Records, Dynamic) utilizzando soprattutto organi storici. Le registrazioni con l’integrale delle composizioni di Bruhns-Hasse, Kneller-Leyding-Geist, Tunder e Saxer-Erich-Druckenmuller sono stati recensite con 5 diapason dall’omonima rivista francese. È altresì docente dei corsi di Musica da camera per strumenti antichi, Clavicembalo e Organo storico alle Vacanze musicali di Sappada (BL) e all’Accademia Organistica di Belgrado, direttore artistico del Festival organistico internazionale Friulano G.B. Candotti. Organista della Chiesa Evangelica Luterana a Trieste, è vincitore di 4 concorsi organistici nazionali e 6 internazionali tra cui il primo premio a Fussen – Breitenwang – Mittenwald (Germania), il secondo premio con primo non assegnato al prestigioso concorso Paul Hofhaimer di Innsbruck (Austria) per ben due volte (2004, 2010) e il primo premio assoluto allo Schnitger Organ competition di Alkmaar (Olanda) 2011 con il titolo di Organista Europeo dell’ECHO 2012.  ]]>