14 luglio, alle 17 la Fondazione Cosso ospiterà la presentazione del libro “La timidezza delle chiome” (Rizzoli, 2017) con l’autore Pietrò Maroè. Sarà la prima presentazione in Piemonte del saggio del giovane arbonauta. La presentazione prenderà avvio per trasformarsi ben presto in una passeggiata nel Parco ottocentesco dell’antica dimora alla scoperta dei giganti verdi del giardino, della loro storia, dei loro segreti: un racconto pieno di aneddoti e di poesia. La passeggiata nel Parco sarà guidata da Pietro Maroè e Daniele Pecollo, Dottore Forestale – Ambientale. Ingresso libero alla presentazione fino a esaurimento posti. Prenotazione consigliata. Pietro Maroè è un ragazzo di ventiquattro anni che vive sugli alberi. Ci è salito prima di cominciare a camminare e ora cura gli alberi monumentali di mezzo mondo. Li scala, li studia, li ama, parla con i rami (e i rami parlano con lui, giura). In queste pagine racconta quello che succede in cima alle piante gigantesche dell’Australia e nei nostri giardini addomesticati. Ma questo libro non parla solo di alberi, parla anche di noi. Racconta cosa gli alberi ci possono insegnare, cosa ci servirebbe per vivere con la loro calma e capacità di adattamento. Pietro ci insegna qui come trovare una misura nuova per il nostro tempo: Le piante sono lente, molto lente per la rapidità delle nostre vite. E mentre noi, impazienti del mondo di sotto, siamo incapaci di pensare con la misura dei secoli, loro ci vedono passare, ci guardano e sanno. Studente di ingegneria, Pietro è anche istruttore di treeclimbing, presidente di SuPerAlberi, dove insieme ad altri “arbonauti” si occupa di studiare, misurare e curare gli alberi monumentali. Informazioni e prenotazioni Biglietteria Castello di Miradolo Tel. 0121. 502761 e-mail prenotazioni@fondazionecosso.it]]>