Rassegna di nuova drammaturgia della scena III edizione Dall’11 marzo al 17 giugno 2018 – Teatro RSA Carlo Alberto – Corso Casale, 56 – Torino INGRESSO LIBERO Domenica 11 marzo 2018 ore 16.30 La finestra di Anne scritto da Alan Mauro Vai con Tita Giunta e Alan Mauro Vai L’insegnamento di Anne Frank può illuminare ancora oggi, con la forza del suo coraggio e della sua speranza, il cammino degli uomini. Per far comprendere questo abbiamo creato la storia di due ragazzi di 13 anni, il simpatico Giorgio, aspirante calciatore, e la frizzante Anaan, ragazzina siriana in fuga dalla guerra che vuole diventare medico. Giorgio e Anaan si incontrano in un luogo segreto per fuggire entrambi dal mondo che li opprime; insieme, grazie al Diario di Anne Frank, si conoscono, riflettono insieme sulle loro vite e trovano il modo per seguire i loro desideri. Domenica 22 aprile 2018 ore 16.30 DSC – Domestiche Schiavitù Contemporanee di e con Alan Mauro Vai Gli uomini contemporanei vivono oppressi in un quadro di dipendenze aride, nascoste spesso così bene da non sembrare tali. Indagando le trappole del mondo attuale, le sirene che ci legano ai nostri limiti umani, DSC intende portare lo spettatore in un viaggio tragicomico fra le pastoie della rete, le sabbie mobili del gioco d’azzardo, la precarietà dei sentimenti e il desiderio di liberarsi da tutto ciò, per tornare infine alla semplicità delle origini. Domenica 20 maggio 2018 ore 17.30 VICEVERSA – Disagi di coppia scritto da Alan Mauro Vai con Andrea Eggmann e Anna Mazza Bob e Barbara dopo sette anni di vita insieme si trovano ad un punto morto della loro relazione. Per superare l’impasse e provare a superare le difficoltà del rapporto di coppia, si rivolgono ad una psicologa che consiglia loro un metodo rivoluzionario. Tra risate e momenti profondi di riflessione, i due giovani ripercorrono alti e bassi, slanci e possibilità inaspettate, che consentiranno loro di vedere il sentimento che li unisce da un punto di vista sorprendente. Domenica 17 giugno 2018 ore 17.30 JOAN, IL CIGNO scritto da Alan Mauro Vai regia di Tita Giunta con Elisa Gandolfi Joan sogna di diventare una bravissima pattinatrice su ghiaccio, ma quando la sua famiglia si oppone, si rifugia in se stessa, percorre strade sbagliate, la sua mente si annebbia, incontra un uomo, molto più grande di lei che la convince a seguirla. Si allontana così da casa, viene drogata, perde il contatto con la realtà, crede di essere un cigno. L’incontro con il pittore Gustav la porterà a intraprendere un cammino di riabilitazione e di rinascita: ricorderà la sua passione e ritornerà a pattinare sul ghiaccio riaffermando finalmente la sua personalità.]]>