Dal 22 al 24 aprile a Cavour!

Due giorni per la sovranità alimentare, musicale, culturale, popolare

12-13 settembre 2015, Cumiana (TO)

  1Debutta a Cumiana il 12-13 Settembre il CumianaFest: un week-end ricco di eventi all’insegna della sovranità alimentare, musicale, culturale, popolare. Sarà «un vero festival “dal basso” organizzato grazie al lavoro volontario di associazioni, gruppi e persone,finanziato con donazioni spontanee, sponsor privati, servizi di ristorazione e crowdfunding» spiega il Sindaco Paolo Poggio «realizzato con l’Associazione Culturale NotaBene, con CISV, Onlus torinese attiva da 50 anni per lo sviluppo e i diritti dei popoli, e con l’apporto di numerose realtà e cittadini». L’iniziativa nasce dall’intreccio di due eventi che condividono gli stessi principi di sostenibilità ambientale,  2sharing economy (economia collaborativa), inclusione sociale, turismo culturale, volontariato attivo.
  • Il Cumiana Folk, Jazz e Blues festival: 4 palchi per oltre 30 gruppi di artisti da tutta Italia, con nomi di alto livello: Kamod Raj, Mattia Cigalini, Filippo Cosentino, Claudio Dina – che terranno anche workshop gratuiti – Marcello Capra, Ciaran Ward, Sergio Di Gennaro e molti altri ancora.« Intendiamo portare la musica anche nei centri minori e nei piccoli borghi rurali del nostro Paese, spesso ai margini dell’attività culturale italiana» spiega Marco Giaccaria,direttore artistico del Festival insieme a Eugenio Mirti di Associazione NotaBene. La rassegna – che prevede anche una mostra dei fotografi Leonardo Schiavone e Antonello Putignani – sarà l’occasione per incrociare le esperienze di artisti, fonici, produttori discografici, fotografi, promoter, blogger, creativi. I musicisti condivideranno le loro esibizioni, i tecnici le loro competenze, gli abitanti gli alloggi e il paese si aprirà a chi viene da fuori, senza gravare sulle casse pubbliche: il modello culturale innovativo è in continuità con il JazzitFest di Collescipoli (Tr), che attira ogni anno migliaia di persone.
  • La prima Fiera dell’Agricoltura familiare e contadina: all’insegna dello slogan “I piccoli contadini sfAMERANNO la terra” si succederanno sabato 12laboratori su apicoltura, grani antichi e progettazione di un piccolo orto, e la tavola rotonda “Giovani e ritorno alle campagne”, con racconti degli stessi agricoltori e i contributi di Mag4, Regione Piemonte, contadini da Africa e America Latina. Domenica 13 grande mercato con una cinquantina di produttori che proporranno cibi di stagione prodotti attraverso “un’agricoltura lenta, paziente e rispettosa dell’ambiente”. «Occorre dare voce a chi opera sui temi della sovranità alimentare, della tutela della biodiversità, di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e dei consumatori» sottolinea Vittorio Bosser Peverelli, Assessore all’Agricoltura e all’Ambiente del Comune di Cumiana, e «coinvolgere le giovani generazioni che vogliono tornare a fare questo antico e nobile mestiere». «Di mercati contadini ne esistono tanti, ma la particolarità di questa iniziativa è che essa nasce da decine di realtà che CISV ha contribuito a mettere in rete: da Aiab a Civiltà Contadina, da Antichi Mais a Genuino Clandestino, alle realtà del commercio equo…» spiega Davide Giachino di CISV. L’iniziativa – patrocinata dalla Regione Piemonte – vede il contributo della Scuola della Malva Arnaldi edel Museo Regionale di Scienze Naturali. Ci saranno anche mostre e occasioni di informazione e conoscenza, come il laboratorio“La spesa che salva gli animali” condotto da Zoom.Nei due giorni, il punto ristoro contadino servirà cibo buono, sano e del territorio.
  CumianaFest aprirà i battenti venerdì 11 settembre h 19, con musica ed eventi presso le dimore storiche della frazione Costa di Cumiana.]]>