L’ Associazione “Noi e il mondo” in collaborazione con la Pro Loco di Pomaretto, il Comune di Pomaretto e l’Unpli Piemonte hanno organizzato un concerto che si svolgerà il 30 dicembre 2016 presso il Tempio Valdese di Pomaretto: “Chalendas di paures” (Natale dei poveri) che si propone di accompagnare gli ascoltatori in un viaggio attraverso le sonorità natalizie che fin dal Medio Evo nelle terre occitane presero la forma dei “nouvé”, i canti natalizi della tradizione. Il nouvé è il presepio occitano cantato, espressione di una religiosità popolare autentica che emana un forte senso di spiritualità e di partecipazione. Nei nouvé si ritrova la semplicità del mondo dei poveri, spesso i veri protagonisti dei racconti. Sono infatti le persone umili, il popolo, i pastori, che accolgono per primi la buona novella e si organizzano per andare a trovare Gesù Bambino. I nouvé si diffusero in tutta l’Occitania verso la fine del XV secolo. Come spesso avviene nella musica tradizionale, furono proprio gli antichi balli e le vecchie canzoni a fornire il materiale musicale per la nascita di questo repertorio. Questo nuovo tipo di “rappresentazione popolare” del Natale ebbe un successo immediato tanto che queste canzoni entrarono addirittura a far parte delle funzioni liturgiche natalizie. Il gruppo L’Estela (la stella del Natale, ma anche il simbolo dell’Occitania) nasce dal desiderio di presentare un progetto interamente dedicato a questo repertorio ed è composto da: Simone Lombardo (flauti, cornamuse, ghironda), Simonetta Baudino (organetto e ghironda), Giuseppe Quattromini (chitarra), Ulisse Garnerone (harmonium e percussioni), Erica Molineris (voce). L’ingresso per assistere al concerto è ad offerta libera e il ricavato andrà alle Aziende Agricole Pons Adriano e Ferrero Valdesina gravemente danneggiate a causa di un incendio.]]>