Potrà sembrare banale, ma avete mai pensato in quanti modi si può cucinare un uovo? Ecco alcune semplici ricette per gustare uno dei più semplici e ricchi scrigni di alimenti preziosi per il nostro organismo.
UOVO ALLA COQUE
Appoggiate l’uovo su un cucchiaio e immergetelo delicatamente in acqua in lenta ebollizione lasciandolo bollire per 3-3,5 minuti. Va mangiato subito rompendo la parte superiore del suo guscio, condendolo con e pepe e accompagnandolo con del pane tostato.
UOVA BARZOTTE
Vanno messe delicatamente nell’acqua che bolle e lasciate bollire per 5 minuti in modo che il tuorlo rimanga morbido con la classica goccia in mezzo. Vanno poi immerse nell’acqua fredda per 10 minuti e poi sgusciate con delicatezza.
UOVA SODE
Si immergono delicatamente in acqua bollente salata e si fanno cuocere per 8 minuti ma non oltre altrimenti l’albume diventa troppo duro e quindi poco digeribile ed il tuorlo perde il suo bel colore diventando quasi bianco. Vanno poi scolate, passate subito in acqua fredda e poi sbucciate.
UOVA IN CAMICIA
Riempite una pentola di circa 15 cm. di diametro per tre quarti d’acqua e quando bolle aggiungete 1 cucchiaio di aceto di vino bianco. Dopodiché abbassate la fiamma e fate in maniera che l’acqua “frema” soltanto. A questo punto rompete le uova in un piattino, e aiutandovi con un cucchiaio girate l’acqua che freme in modo da formare un vortice all’interno del quale farete scivolare, una per volta, delicatamente le uova che farete cuocere per 3 minuti. Trascorso questo tempo toglietele con l’aiuto della schiumarola e asciugate l’acqua in eccesso con l’aiuto di carta da cucina. Per togliere le sbavature dell’albume e dare una forme regolare usate un forbice o un coltello ben affilato.
Questo semplice metodo di cottura rende le uova molto digeribili e si presta a preparazioni più o meno elaborate.
UOVA STRAPAZZATE
Rompete le uova in una ciotola e mescolatele bene con una forchetta aggiungendo il sale ed il pepe. Sciogliete 40 g di burro in una padella antiaderente, versateci le uova e cucinatele a fuoco moderato. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno in modo che non si attacchino al fondo portando verso il centro le parti che si sono già cotte ai bordi fino ad ottenere un composto denso e cremoso. A questo punto toglietele dal fuoco, aggiungete 60 g di burro tagliato in piccoli pezzi e mescolate bene.
UOVA AL TEGAMINO
È la vera prova per vedere quanto un cuoco è bravo.
Ungete un tegamino per uso individuale con 10 g di burro. Fateci scivolare 2 uova e condite con sale il solo bianco. Versate qualche goccia di burro fuso sui tuorli e cuocete in forno a 180 gradi facendo in maniera che le uova ricevano maggiore calore nella parte superiore e appena si saranno coagulate estraetele dal forno e servitele subito.
Se però preferite friggerle sul fuoco basta fare scivolare le uova in una padella dove avrete fatto fondere a fuoco vivo un cucchiaio di burro. Salate e pepate, bagnate con il burro fuso il tuorlo in modo che si cuocia leggermente e dopo qualche minuto sono pronte.
Gabriella Fantolino