Sulla scia del successo dello scorso anno, l’A.T. Pro Loco di Pinerolo e il Comune sono pronti a lanciare una seconda sorprendente edizione del “Carnevale delle Maschere”. Ripensata, migliorata, arricchita la proposta, ambientata in un centro storico vestito a festa, interessate dall’evento saranno piazza Verdi, piazza Facta, piazza Duomo, piazza Cavour, piazza Tegas, via Savoia, via Duchi degli Abruzzi e via Trieste, con incursioni anche nelle vie limitrofe. Accanto ai pezzi forte del 2019, entusiasmanti novità si proporranno al pubblico per incentivare la partecipazione di un target vario e vasto di persone a prescindere dall’età anagrafica. Bolle di sapone dai balconi, ben 9 Giacomette per valorizzare, oggi come non mai, l’importanza della donna nella società e in tutte le famiglie, parate a piedi e in bicicletta, stand a tema, danze, musica, spettacoli, la sfilata delle maschere tradizionali e la grande new entry dei cosplayers, alcune delle sfumature di una festa da condividere in città, con amici o in famiglia, all’insegna del buonumore. La formula, volta a eliminare le transenne, contenere i costi puntando però alla qualità, è votata a trasformare i cittadini e i visitatori da semplici spettatori, passivi e statici dietro delle transenne, in protagonisti dinamici di un Carnevale che trascina per le strade e fa sognare ad occhi aperti in libertà. Accantonando i convenzionali carri allegorici, il carnevale di Pinerolo non si farà mancare neanche poli d’attrazione pronti a travolgere bambini, adulti, come gli appassionati di tutte le età: in punti diversi del percorso urbano tracciato dalla “parata di maschere sgangherate” si incontreranno, infatti, gli stand del maghetto Harry Potter, degli eroi della squadra Avengers, dando bella mostra di sé anche i personaggi di Star Trek e Star Wars. Invitati a travestirsi gli adulti, i ragazzi, come i più piccini, un concorso speciale quest’anno premierà le maschere più originali, essendo stato messo in palio, tra le altre possibilità vincenti, anche l’ingresso al “Lucca Comics”. Se per i festeggiamenti bisognerà attendere fino al 22 marzo (29 in caso di maltempo), a dare il via alle iniziative carnevalesche sarà, il 15 febbraio, Gianduja in compagnia delle Giacomette. Previsto intorno alle 15.40 l’arrivo in stazione, ad accoglierli, in vista della tradizionale consegna delle chiavi in Comune, saranno i Tamburini, il sindaco e, salvo imprevisti, il vescovo di Pinerolo, monsignor Derio Olivero.

“L’obiettivo di questa nuova edizione? – spiega Gianduja – Risvegliare il bambino interiore che è in noi per meravigliarci di ciò che abbiamo, senza desiderare ciò che si vorrebbe avere. A carnevale tutti abbiamo la grande possibilità di dismettere gli abiti e i ruoli che ci contraddistinguono nel quotidiano, per donarci e approcciarci agli altri liberi di essere chi vogliamo e non chi dobbiamo, mostrando, pur sotto mentite spoglie, la parte migliore di noi, il nostro cuore”.