Il Premio “Torta Caprilli”, lanciato a settembre dal Città di Pinerolo, in sintonia con Chiriotti Editori, Streglio e CFIQ, invitava pasticcerie e scuole di pasticceri e arte bianca a creare un’originale torta ispirata al leggendario Capitano Caprilli, il cavaliere volante inventore del metodo naturale di equitazione, vissuto a Pinerolo nella Belle Epoque.
Due sono le realtà che hanno raccolto la sfida, mettendo in campo le idee di giovani generazioni di pasticceri dai 16 ai 18 anni: l’Istituto Alberghiero A. Prever e il CFIQ. Giudici della competizione, pronti ad assaggiare le leccornie sono stati Livia Chiriotti e Milena Novarino di Pasticceria Internazionale, Mauro Morandin, maggior lievitista italiano e Mina Mottola, responsabile commerciale della Streglio.
In totale sono state presentate 3 torte: due da parte dell’Istituto Alberghiero e una dal CFIQ. Tutte e tre le torte si sono distinte ed entrambe le realtà formative hanno ricevuto un premio domenica 9 dicembre, nel corso della manifestazione Panettone in Vetrina 2018:
– il Premio Pinerolo è andato alla torta del CFIQ, assegnato per il logo inventato, per l’interpretazione della storia della città e per aver saputo valorizzare la figura del capitano Caprilli e del suo motto “Lancia il cuore oltre l’ostacolo”. 250 € in materie prime Streglio sono quindi stati aggiudicati al CFIQ.
Premio Gusto è andato invece all’Istituto Alberghiero per la scelta, l’utilizzo e l’abbinamento delle materie prime e la sapiente ricerca negli accostamenti, con ingredienti naturali e del territorio che ha caratterizzato entrambe le torte. Anche all’Alberghiero sono andati 250 € in materie prime Streglio.