Il 25 aprile ci ricorda che la libertà e la democrazia sono frutto di una battaglia comune. Oggi, più che mai, non dobbiamo dimenticare il vero valore della partecipazione. Ripercorrendo le memorie eroiche di chi ha fatto la Resistenza, mi chiedo: cosa ricorderemo di oggi tra settant’anni? Quale sarà il racconto della nostra società che popolerà i futuri libri di storia?
Ripercorrere la storia della Resistenza, ascoltarla dalla voce di chi l’ha animata e vissuta sulla propria pelle, ci rammenta che anche quando il benessere non esisteva, anche quando la libertà non era una condizione di partenza, anche quando la salute, il lavoro e la felicità non erano considerati diritti per tutti, c’era una fiamma che ha saputo muovere migliaia di persone per affermare che la democrazia e la libertà erano il fondamento del vivere collettivo.
Tutti oggi, in primis politici, istituzioni, associazioni, cittadini dobbiamo impegnarci per riaccendere o tenere viva in noi quella fiammella, e reagire alle difficoltà del quotidiano utilizzando le vere armi che abbiamo: la partecipazione democratica, la fiducia nel bene comune, la volontà di fare “insieme”.
Il Paese siamo noi.
L’Italia siamo noi.
Il Comune siamo noi.
Essere cittadini attivi è l’unico modo per dare senso ai valori fondanti della democrazia, innestare il cambiamento, diventare eroi del quotidiano.
                                                                              Luca Salvai, Sindaco Città di Pinerolo

In un periodo complesso come quello che stiamo vivendo, con l’emergenza Covid-19 che ci costringe nelle nostre case, la Festa della Liberazione assume un significato ancor più rilevante. Per questo il Comune di Pinerolo desidera commemorare anche quest’anno il 25 aprile e ricordare a tutti i cittadini quanto siano centrali i valori che porta con sé: la libertà e la partecipazione. Cortei, funzioni e celebrazioni pubbliche non sono permesse dalle disposizioni attuali, per questo la Città di Pinerolo sceglie di andare sul web, entrando nelle case di tutti i cittadini per celebrare insieme questa giornata. Inoltre, 24, 25 e 26 aprile, il tricolore verrà proiettato sulla torre del municipio, per ribadire che la Liberazione è il momento fondativo della nostra democrazia. Di seguito ecco il programma delle iniziative:

Fiaccolata Virtuale. Una luce per la libertà, Venerdì 24 aprile 2020, ore 20.30
Quest’anno la tradizionale fiaccolata del 24 aprile, in onore delle partigiane e dei partigiani che ci hanno donato con il loro sacrificio la pace e la libertà sarà sostituita dalla Fiaccolata Virtuale. A.N.P.I. Pinerolo e Città di Pinerolo invitano i cittadini ad accendere un lumino o una candela ed esporli con il tricolore sui propri balconi o alle finestre. Chi lo vorrà potrà postare sui social una foto menzionando le pagina Facebook Città di Pinerolo e A.N.P.I. Pinerolo.

Discorso in Diretta Facebook di Luca Salvai, Sindaco Città di Pinerolo, Sabato 25 aprile 2020, ore 11.00
Sulla pagina Facebook istituzionale della Città di Pinerolo, il Sindaco Luca Salvai terrà il tradizionale discorso del 25 aprile. Il video sarà inserito anche sul sito del Comune. Il discorso sarà preceduto dal saluto del presidente A.N.P.I. Pinerolo Riccardo Vercelli e dall’Inno d’Italia suonato a distanza dalla Banda Musicale ANA di Pinerolo. Nel corso della mattinata, il Sindaco visiterà i luoghi di Pinerolo legati alla resistenza e il trombettiere della banda ANA suonerà l’Onore ai Caduti.


Informazioni:

Comune di Pinerolo – Segreteria del Sindaco
tel. 0121-361210
sindaco@comune.pinerolo.to.it

25aprilePinerolo